SAMARCANDA GURI AMIR

  • Viaggio a Samarcanda

Il Gūr-i Amīr o Guri Amir è un mausoleo del conquistatore asiatico Timur (noto anche come Tamerlano) a Samarcanda, in Uzbekistan. Occupa un posto importante nella storia dell’architettura persiana-mongola come precursore e modello per le successive grandi tombe dell’architettura Mughal, tra cui i Giardini di Babur a Kabul, la tomba di Humayun a Delhi e il Taj Mahal ad Agra, costruita dai discendenti persiani di Timur, dinastia Mughal al potere del subcontinente indiano.

Gur-e Amir in persiano significa “Tomba del Re”. Questo complesso architettonico a Samarcanda con la sua cupola azzurra contiene le tombe di Tamerlano, i suoi figli Shah Rukh e Miran Shah e i nipoti Ulugh Beg e Muhammad Sultan. Anche onorato con un posto nella tomba è maestro di Timur Sayyid Baraka.

La parte più antica del complesso fu costruita alla fine del XIV secolo per ordine di Muhammad Sultan. Ora rimangono solo le basi della madrasa e del khanaka, il portale d’ingresso e una parte di uno dei quattro minareti.

La costruzione del mausoleo stesso a Samarcanda iniziò nel 1403 dopo la morte improvvisa di Muhammad Sultan, l’erede di Tamerlano e il suo amato nipote, per il quale era destinato. Timur si era costruito una tomba più piccola a Shahrisabz vicino al suo palazzo Ak-Saray. Tuttavia, quando Timur morì nel 1405 in campagna per la sua spedizione militare in Cina, i passaggi per Shahrisabz furono innevati, così fu invece sepolto qui. Ulugh Beg, un altro nipote di Tamerlano, completò il lavoro. Durante il suo regno il mausoleo divenne la cripta della famiglia della dinastia timuride.

Il portale d’ingresso al complesso di Muhammad Sultan è riccamente decorato con mattoni intagliati e vari mosaici. Tutte le estensioni del tempo di Ulugh Beg sono attribuite all’architetto Muhammad ibn Mahmud di Isfahan.

All’interno del mausoleo – nicchie profonde e diverse decorazioni di muqarnas.

Esteriormente il Mausoleo Gur-e Amir è un edificio a una cupola. È famoso per la sua semplicità costruttiva e per la solenne monumentalità dell’apparenza. Si tratta di un edificio ottaedrico coronato da una cupola scanalata azzurra. La decorazione esterna delle pareti consiste delle mattonelle blu, azzurro e bianche disposte in ornamenti geometrici ed epigrafici su uno sfondo di mattoni di terracotta. La cupola (diametro – 15 m (49,21 ft), altezza – 12,5 m (41,01 piedi)) è di un colore blu brillante con rosette profonde e macchie bianche. La scanalatura a coste pesanti conferisce una straordinaria espressività alla cupola.

Durante il regno di Ulugh Beg fu fatto un passaggio per fornire un ingresso nel mausoleo.

Interiormente il mausoleo appare come una grande, alta camera con profonde nicchie ai lati e decorazioni diverse. La parte inferiore delle pareti coperte è costituita da lastre di onice composte da un unico pannello. Ognuna di queste lastre è decorata con dipinti raffinati. Sopra il pannello c’è una cornice in stalattite di marmo. Grandi distese delle pareti sono decorate con intonaco dipinto; gli archi e la cupola interna sono ornati da cartigli in cartapesta altorilievo, dorati e dipinti.

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...