Il Lago Aral

Il mare d’Aral è il più grande lago chiuso dell’Asia centrale. Amministrativamente più della metà del Mare d’Aral si trova nel sud-ovest dell’Uzbekistan (Karakalpakstan) e nel nord-est del Kazakistan. Negli anni ’60, l’area del Mare d’Aral aveva una media di 68,0 mila km². È il quarto più grande del mondo (dopo il Mar Caspio, i Grandi Laghi in America e il Lago Vittoria in Africa), il secondo più grande del continente eurasiatico (dopo il Caspio). Il mare si estendeva da nord-est a sud-ovest. La sua lunghezza era di 425 km e la sua larghezza era di 235 km. L’area del bacino era di 68.000 km², e la media profondita era circa 16,5 m e il punto piu profondo di 68 m. Era chiamato il mare per le dimensioni del bacino.

Pero’, la grande quantità di acqua fornita dai fiumi Amudarya e Syrdarya per iniziano a utilizzare per i lavori ri irrigazione. Dal 1961, il mare comincia a perdere della sua superficie.  Tra le cause del fondale basso, un aumento del consumo di acqua dei fiumi che vi scorrevano era indicato per l’irrigazione. Dal 1960 al 1990, l’area delle terre irrigate nell’Asia centrale era passata da 4,5 a 7 milioni di ettari.

Fino agli anni ’70, nel Mare d’Aral vivevano 34 specie di pesci, di cui oltre venti erano di importanza commerciale. Nel 1946 furono pescate 23 mila tonnellate di pesce nel Mare d’Aral; all’inizio degli anni ’80, questa cifra raggiunse le 60 mila tonnellate.

Nel 1989, il mare si divise in due bacini isolati: il Mare Aral settentrionale (piccolo) e meridionale (grande). Nel 2003, la superficie del Mare d’Aral era di circa un quarto dell’originale e il volume di acqua era di circa il 10%. All’inizio degli anni 2000, il livello assoluto dell’acqua nel mare scese al livello di 31 m, che è 22 m al di sotto del livello iniziale osservato alla fine degli anni ’50.

Nel 2001, l’isola del Vozrojdeniye (Rinascimento) divenne una penisola.

Nel 2003, il mare dell’Aral meridionale è stato diviso in parti occidentali e orientali.

Sul fondo poco profondo del Mar d’Aral, sono stati trovati i resti di due insediamenti e mausolei. Il Mausoleo di Kerdery risale al XI-XIV secolo. Per molto tempo fu a una profondità di circa 20 m. Furono scoperti anche i resti di un insediamento del 14 ° secolo di Aral-Asar.

Le conseguenze ecologiche

Il prosciugamento del mare ha in qualche modo influenzato il clima della regione direttamente adiacente all’ex area acquatica del mare (a una distanza di fino a 100 km dall’ex costa), che è diventata più continentale: le estati sono diventate più secche e più calde, gli inverni più freddi e più lunghi. La polvere contenente grandi quantità di sali marini, pesticidi e altri prodotti chimici viene trasportata dalla parte drenata dell’ex fondale marino dai venti in grandi quantità verso le regioni vicine.

A causa del fondale basso, la salinità del Grande Mare d’Aral è aumentata notevolmente (quasi 10 volte), causando l’estinzione di molte specie di flora e fauna adattate per ridurre la salinità. Il Grande Mare d’Aral ha perso il valore della pesca, i porti sono chiusi.

Adesso le autorità dell’Uzbekistan e Kazakistan stanno cercando dei diversi modi per risolvere questo problema ecologico.

Aral sea
ARAL TOUR

Il tour al Lago ARAL (Mare Aral)

Aral Tour
RICHIEDI IL PREVENTIVO PER UN VIAGGIO ARAL
SCOPRI I NOSTRI VIAGGI IN UZBEKISTAN