VIAGGIO IN UZBEKISTAN – SHAKHI ZINDA

Shah-i-Zinda (uzbeko: Shohizinda; Persian: شاه زنده, che significa “il re vivente”) è una necropoli nella parte nord-orientale di Samarcanda, in Uzbekistan.

Lo Shah-i-Zinda Ensemble comprende mausolei e altri edifici rituali del 9 ° e 19 ° secolo. Il nome Shah-i-Zinda (che significa “il re vivente”) è collegato alla leggenda che Kusam ibn Abbas, il cugino del profeta Maometto, fu sepolto lì. Come se fosse venuto a Samarcanda con l’invasione araba nel 7 ° secolo per predicare l’Islam. Leggende popolari parlano di essere stato decapitato per la sua fede. Ma ha preso la sua testa ed è andato nel pozzo profondo (Giardino del Paradiso), dove vive ancora adesso.

viaggio in uzbekistan shakhi zinda

Il complesso Shah-i-Zinda si è formato in otto (dall’11 al 19) secoli e comprende ora più di venti edifici.

Il complesso comprende tre gruppi di strutture: inferiore, medio e superiore collegati da passaggi a cupola a quattro archi localmente chiamati chartak. I primi edifici risalgono agli 11-12 secoli. Principalmente le loro basi e lapidi sono rimaste in questo momento. La maggior parte risale ai secoli 14-15. Le ricostruzioni dei secoli XVI-XIX non avevano alcun significato e non cambiavano la composizione e l’aspetto generale.

La parte principale iniziale – il complesso di Kusam-ibn-Abbas – è situata nella parte nord-orientale del complesso. Consiste di diversi edifici. Il più antico di essi, il mausoleo e la moschea di Kusam-ibn-Abbas (XVI secolo), sono tra questi.

viaggio-a-samacanda-shakhi-zinda

Il gruppo medio è composto dai mausolei dell’ultimo quarto del XIV secolo – prima metà del XV secolo e si occupa dei nomi dei parenti di Timur, dell’aristocrazia militare e del clero. Sul lato occidentale spicca il Mausoleo di Shadi Mulk Aga, la nipote di Timur. Questa cripta con una cupola a portale è stata costruita nel 1372. Di fronte c’è il Mausoleo di Shirin Bika Aga, sorella di Timur.

Accanto al Mausoleo di Shirin-Bika-Aga si trova il cosiddetto Ottangolare, un’insolita cripta della prima metà del XV secolo.

Il portale d’ingresso principale per l’ensemble (Darvazakhana o il primo chartak) rivolto a sud fu costruito nel 1434-1435 sotto Ulugbek.

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...