VIAGGIO IN UZBEKISTAN E TURKMENISTAN

Itinerario: Tashkent – Urgench – Khiva – Kunya Urgench – Darvaza – Ashgabad – Mary – Gonur – Merv – Mary – Bukhara – Nurata – Yangigazgan – SamarcandaShakhrisabz – Samarcanda – Tashkent

VIAGGIO IN UZBEKISTAN E TURKMENISTAN

Giorno 1 Arrivo a Tashkent

Partenza da Italia con volo TK 370Q  ISTTAS*SS1  1825  0040 (o altro).

 

Giorno 2 Tashkent – Urgench – Khiva

Arrivo alle ore 00:40 a Tashkent. Incontro con la guida del gruppo. Trasferimento in albergo. Colazione. Visita al Bazar Chorsu dove sono in vendita una varietà di prodotti locali agricoli e dell’artigianato. Visita alla città vecchia: del mausoleo di Abu Bakr Kaffal Shoshi,  del complesso architettonico di Khazrat Imam della Madrassa Barak Khan, della Moschea Telyashayakh con l’immenso Corano di Osaman, il più antico al mondo – è del 655. Trasferimento in aeroporto per prendere il volo HY  57K  TASUGC SS1  1840  2020 Tashkent – Urgench. Arrivo a Urgench. Trasferimento a Khiva. Cena in ristorante locale e pernottamento in hotel.

 

Giorno 3 Khiva

Colazione. Visita Madrasa Mohammed Amin Khan,  Kalta Minor, la vecchia Fortezza Kukhna Ark. (con la  Zidon, la prigione dei Khan, la Moschea estiva, la zecca,  il museo archeologico, il bastione Oq Shihbobo,  la torre di 24 m,  la Moschea invernale la Madrasa di Mohammed Rahkim Khan, la sede del Silk Carpet,  il Mausoleo Pahlavon Mohammed; il mausoleo di Sayid Alauddin, ,  la Madrasa / Moschea di Sherghozi Khan, la Madrasa Islom, il Mausoleo Uch Avlya,  la Moschea Juma, la Madrasa di Dost Alyam  , il Palazzo Tosh-Khovli  e la Madrasa di Kutlimurodimok, la Madrasa di Alloquli Khan il tipico bazar e il caravanserraglio Alloqulihon, la Moschea Ab, i Bagni di Anusha Khan,  e l’annesso mercato degli schiavi.
Cena in ristorante locale. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 4 Khiva – KunyaUrgench – Darwaza

09:00 AM            Arrivo al confine. Formalità. Visita al sito storico di Kunya Urgench .”Kunya Urgench” contiene i monumenti sopravvissuti: mausolei di Il Arslan 12 ° secolo, Sultan Tekesh 12 ° secolo, Turebeck Khanym 14 ° secolo, Najm addin Cubra 14 ° e Sultan Ali 16 ° secolo, minareto di Kutluk Timur 14 ° secolo ( probabilmente iniziato all’11 °) alto 62 metri, la più antica costruzione in mattoni dell’Asia centrale, la capitale di Khwarezm aveva il maggior potere nell’11 ° – 13 ° secolo, ha superato la popolazione e la fama di altre città della Via della seta dell’Asia centrale. fu rasa al suolo da Gengis Khan, sulla via dell’Asia centrale. Dopo la rinascita nel 14 ° secolo, la città fu abbandonata per sempre a causa del cambio di corso del fiume Amudarya e nuova distruzione questa volta da Timur nel 1370, successivamente la nuova città di Urgench fu costruita nel L’Uzbekistan attuale, dal 2005, è diventato un sito del patrimonio mondiale protetto dall’UNESCO, visita guidata e proseguimento per Darvaza, arrivo, uscita dalla strada e seguire i sentieri nel deserto per arrivare al cratere di gas infuocato. Goditi la vista del cratere del gas di notte. La notte in tenda.

 

Giorno 5 Darwaza – Ashgabat

Ritorno sulla strada. Continua l’esplorazione dei gas crateri lungo il percorso. Partenza per Ashgabat. La sosta per le foto lungo la strada.

*possible – il Giovedi, Sabato, Domenica visita al Tolkuchka bazaar prima di arrivare ad Ashgabat.

Arrivo ad Ashgabat. Check in hotel. Tempo libero.  Pernottamento in hotel.

 

Giorno 6 Ashgabat – Mary – Gonur – Merv – Mary

06:00 A.M volo per Mary. All’arrivo trasferimento al sito archeologico di Gonur. Visita.

Trasferimento a Merv. Si trova a 26 km ad est di Mary, le prime rovine sono apparse alla periferia della città di Bayram Ali, Kala, Kala, Sultan Kala, Abdullah Khan Kala, Bayram Ali Khan Kala e numerosi resti di caravanserragli, fortezze, castelli fortificati e piccoli città o tenute ora visibili sotto forma di tumuli, la superficie totale è di circa 70 kmq. Come Gonur, a sua volta il Merv era apparso, grazie al fiume Murgab, che scorreva nella zona in tempi antichi. percorsi: Kunya Urgench a nord, Bukhara e Samarcanda (Sogdiana) a est, Herat (Bactria) a sud, a Mashad (Iran) a ovest Visita turistica: Alessandria Margiana, Antiochia Margiana rimane, Sultan Kala, Sultan Ahmad Sanjar mausoleo , Santuario Yusuf Hamadany, mausoleo di Ohammed ibn Zaid, castelli di Gyz Kala. Trasferimento a Mary. Check in hotel. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 7 Mary –Bukhara

Trasferimento al confine Farap. Attraversa il fiume Amudarya lungo la strada. Arrivo al confine. Formalità. Rientro in Uzbekistan. Trasferimento a Bukhara. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 8 Bukhara

Colazione. Giornata dedicata alla visita di Bukhara. Si visiteranno il Mausoleo Ismail Samani, i resti delle antiche mura,  il Mausoleo di Chashma-Ayub la Moschea di Bolo-Hauz   la Fortezza di Ark  ll a Zindon,  la prigione,   la piazza Registan “luogo sabbioso”, del Minareto di Kalon la Moschea di Kalon, la Madrasa di Mir-i-Arab  la vecchia Madrasa di Amir Khan,  il bazar Taqi-Zarganon, la Madrasa di Abul Aziz Khan; la Madrasa di Ulugbek, il mercato Tim Abdullah Khan, il Taqi-Telpak Furushon,  un breve giro nel ghetto ebraico la Piazza Lyabi Hauz,  la Moschea  Maghoki Attar,  il Taqi-Sarrafon la Moschea Nadir Divanbegi, la Madrasa di Nadir Divanbegi ;  la Khanaka (ostello). Si conclude con la visita del Char Minar, ( in tagiko “quattro minareti”). Cena in ristorante locale. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 9 Bukhara – Nurata – YanghiGazgan

Colazione. Al mattino partenza da Bukhara e partenza per il campo di yurte situato nel deserto di Kyzylkum (230 km). Sulla strada si ferma a laboratorio dei maestri della ceramica Gijduvan – Museo della ceramica Gijduvan. La sosta nella città di Nurata per visitare una moschea locale con una sorgente di acqua santa. La piccola città di Nurata si trova ai piedi delle montagne di Nuratau, che si estende per centinaia di chilometri da Jizzakh e Barren Steppe a Navoi e al deserto di Kyzylkum. Nel pomeriggio proseguite verso il campo con le yurte nel deserto di Kyzylkum. Sosta sul passo di Nurata per vedere i petroglifi. Arrivo in Safari Yurt Camp, sistemazione in yurta.

 

Giorno 10 YanghiGazgan – Samarcanda

Colazione. In mattinata visita al lago nel deserto Aydarkul. Tempo libero sul lago. Il lago Aydar sottoprodotto involontario della pianificazione sovietica, è un lago dell’Uzbekistan situato nella parte sud-orientale del Kyzylkum alimentato principalmente dalle acque del Syr Darya. La maggior parte del lago ricade entro i confini della regione di Jizzakh, ma la sua parte occidentale è situata nella regione di Navoiy. L’intero sistema lacustre formato dai laghi Aydar e Tuzkan ricopre una superficie di 4000 km². Partenza per il Samarcanda. Pernotaamento in hotel.

 

Giorno 11 Samarcanda

Colazione poi giornata dedicata alla escursione per la città. La prima testimonianza della città Samarcanda  data 2.750 anni. Visita del mausoleo Gur-Emir (XV secolo) – che significa “la tomba del emiro” è posta dove è sepolto Tamerlano e i suoi seguaci. Il mausoleo fù costruito per ordine dello Tamerlano per suo nipote Mukhammad Sultan, morto nel 1403. La moschea di Bibi-Khanim (XV secolo) – dall’architettura gigantesca costruita anche questa per ordine di Tamerlano dopo la suo campagna in India, per mostrare il suo potere,  per farlo deportò a Samarcanda migliaia di artigiani indiani. Timur-lan ( Letteralmente Timur lo Zoppo da noi chiamato appunto Tamerlano) volle costruire la grande moschea del venerdì con uno stile che la doveva farla somigliare al paradiso. La piazza Registan che è il simbolo di Samarcanda (XV-XVII secolo). L’Osservatorio di Ulugbek (1428-1429) fu costruito dal governatore e scienziato Ulugbek. Nel pomeriggio visita del complesso Shakhi-Zinda (XIV-XV secolo), composto da alcuni mausolei. Cena in ristorante locale e pernottamento in hotel.

 

Giorno 12 Samarcanda  –  Shakhrisabz– Samarcanda

Colazione in hotel e trasferimento a Shakhrisabz “la città verde” (140 km). Visita alle splendide rovine di questa antica e gloriosa città, con oltre duemila anni di storia. Venne costruita secondo un modello tipico dell’Alto Medio Evo con una struttura centrale simile a quelle di Samarcanda e Bukhara ed ha continuato a svilupparsi durante il IX e X secolo nonostante i continui conflitti tra le dinastie samanidi e i turchi. E’ la città natale di Tamerlano e una volta, probabilmente, la sua fama oscurava addirittura quella di Samarcanda. Egli vi fece infatti costruire il Palazzo Ak-Saray (1379-1404) “il palazzo bianco” di cui sbalordiscono la grandezza e la magnificenza. Lo stesso vale per il Dorutilavat (seggio del potere e della forza) che forse arrivava anche a superare in grandiosità lo stesso palazzo, mentre tra le altre attrattive ci sono le tombe degli antenati di Tamerlano e la gigantesca moschea di Kok-Gumbaz (1437) utilizzata come moschea per la preghiera del venerdì. Trasferimento a Samarcanda (140 km), cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 13 Samarcanda Tashkent

Colazione. Escursione per il museo archeologico di Afrosiab e il mausoleo Daniar (XV secolo) si trova in un luogo pittoresco non lontano dal fiume Siyob. Trasferimento a Tashkent. Arrivo a Tashkent, cena in ristorante locale. Sistemazione e pernottamento in hotel.

 

Giorno 14 Tashkent

Trasferimento verso l’aeroporto (12 km) e assistenza. Partenza da Tashkent alla volta dell’Italia alle 05.45.

RICHIEDI IL PROGRAMMA DETTAGLIATO

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (No Ratings Yet)
Loading...