L’osservatorio di Maidanak in Uzbekistan

L'osservatorio di Maidanak in Uzbekistan

L’osservatorio di Maidanak dell’Accademia delle scienze dell’Uzbekistan è stato fondato nel 1970 sull’altopiano di Maidanak, 45 chilometri a sud di Shakhrisabz.

In Uzbekistan si trovano 8 osservatori di tipo educativo o scientifico, di cui il più riconosciuto è l’Osservatorio Astronomico di Maidanak.

L'osservatorio di Maidanak in Uzbekistan

Se prima per i turisti era vietato di entrare nel territorio dell’Osservatorio di Maidanak, al giorno d’oggi vi vengono organizzate le escursioni. Solo il viaggio per le strade di montagna, lontano dalle autostrade principali e dal caos cittadino, permette di trasferirsi in un altro spazio e ricevere le nuove sensazioni. Queste strade, che attraversano le montagne, spesso possono essere non asfaltate e assai polverose, a ciò infine pochi prestano attenzione, essendo totalmente attratti dal paesaggio circostante: il canyon di Langar con le pareti di 100 metri di profondità, il mausoleo di Langar-ota, una cava di sale rosa, che estraggono in modo artigianale per il bestiame, nonché la stretta Bek-Terak.

Ogni tanto si incontrano i piccoli villaggi con il ritmo di vita molto tranquillo e misurato, e le greggi di pecore che camminano sui pendii senza minima fretta. A mano a mano salendo più in alto, vedi sempre meno macchine e persone. Ma la cosa più interessante qui è la terra. È di colore rosso bordeaux, a volte addirittura arancione, come se qualcuno avesse rovesciato giù la vernice. Altresì le case costruite di mattoni crudi sono dello stesso colore.

Una delle attrazioni locale è il “Kozon-tosh” (calderone di pietra). È un grande recipiente rotondo interrato, fatto di pietra. E appena i giovani e gli aksakal, che vivono vicino, vedono i turisti, iniziano a gareggiare tra loro per raccontare le storie e leggende su questo oggetto.

All’arrivo alla cima, dove è situato l’osservatorio Maidanak, comincia a sentirsi l’aroma dei ginepri estesesi attorno.

Osservatorio

L’Osservatorio Astronomico di Maidanak (MAO) appartiene all’Istituto Astronomico di Ulugbek (UBAI) dell’Accademia delle Scienze dell’Uzbekistan.

L’osservatorio di Maidanak si trova nella regione di Kashkadarya a 500 km dalla capitale, a 120 km a sud della storica città di Samarcanda e a 55 chilometri a sud della città di Kitab. L’altitudine dell’osservatorio è di 2700 metri sul livello del mare. Geograficamente l’altopiano è costituito da due parti: se quella occidentale (2650 m) occupa l’osservatorio stesso, la parte orientale (2730) è stata il territorio di una ex base militare. La natura e il clima dell’altopiano sono piuttosto rigidi: venti pungenti e sole cocente in estate ed inverni molto freddi.

L’Osservatorio di Maidanak è unico sia per le sue condizioni atmosferiche sia per la sua posizione geografica. Qui, il cielo rimane limpido per in media 200-250 giorni all’anno e quindi l’atmosfera sopra l’osservatorio resta estremamente calma. Pertanto, quest’area per le qualità astroclimatiche non è inferiore rispetto alle altre regioni scientifiche ben note del nostro pianeta come le Isole Canarie e Hawaii o il deserto cileno Atacama.

Osservatorio Maidanak

L’Osservatorio Maidanak tecnicamente è il più avanzato nell’emisfero orientale del nostro pianeta, dato che opera con i più attrezzati telescopi di tutta l’area post-sovietica, il che rende possibile portare le osservazioni astrofisiche di livello mondiale e permette di definirlo come uno dei punti importanti per il continuo monitoraggio degli oggetti astrofisici.

Ogni notte, quando c’è il cielo adatto alle osservazioni, a Maidanak non meno di una dozzina di telescopi comincia a ricevere i segnali da centinaia di corpi celesti. Molti studi degli astronomi locali vengono condotti in collaborazione con i principali osservatori mondiali. Le caratteristiche dell’osservatorio di Maidanak consentono fare le scoperte sensazionali. Come una di queste scoperte possiamo menzionare la conferma della teoria della formazione dei pianeti attorno alle stelle giovani, realizzata in cooperazione con astronomi americani e tedeschi.

Cosa vedere in Uzbekistan?

I monumenti principali dell’Uzbekistan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *