La Toprak Kala – Fortezza di Sabbia in Uzbekistan

toprak kala - viaggio in Uzbekistan

Il sito archeologico Toprak Kala (II – IV sec.d.C.) si trova a 100 km da Khiva nel territorio della Repubblica Autonoma Karakalpakstan nel Uzbekistan. Forse è la kala (“fortezza”) più famosa tra tanti siti archeologici risalenti ai diversi periodi (IV sec. a.C. – X sec. d.C.) della antica Corasmia.

Toprak Kala – la antica città di Corasmia

Fu scoperta per la prima volta nel 1938 da S.P. Tolstov e nel 1940 iniziarono per la prima volta i lavori di ricerca, ponendo così la prima fossa e raccogliendo il materiale di sollevamento. La maggior parte dei lavori è stata eseguita nella parte sud-orientale del sito, è stata redatta la sua pianta. Successivamente, i lavori diffusi sospesi in connessione con lo scoppio della seconda guerra mondiale, furono proseguiti solo nel 1950, con interruzioni fino al 1994.

Toprak Kala – descrizione

Il territorio dell’insediamento occupa un’area di 500×350 metri, a forma rettangolare, è circondato da mura fortificate, conservate sotto forma di un massiccio bastione, raggiungendo talvolta gli 8-9 metri di altezza. Le mura sono dotate di numerose torri rettangolari con angoli arrotondati e circondate da un ampio fossato. Inizialmente, era un sistema di fortezza con un corridoio a due piani con un piano inferiore a volta e feritoie a forma di freccia. L’esterno delle pareti (parte anteriore) era decorato con le cosiddette lame e nicchie tra di loro.

Nella parte centrale dell’insediamento sono stati scoperti gli edifici del tempio (quartiere A), tradizionalmente costruiti qui durante l’intera storia della città. Oltre a un’interessante armonia architettonica, nei quartieri sono stati scoperti un numero enorme di manufatti di cultura materiale e artistica. Particolarmente interessanti sono le corna di un ariete argali decorate con braccialetti in bronzo dorato, attorno ai quali giacevano sul pavimento numerose offerte – vasi di vetro, gioielli (perline, ciondoli, anelli, ecc.). Un frammento di scultura in alabastro dipinto raffigurante un uomo, frammenti di lamina d’oro, una forma scultorea di una donna realizzata in avorio, monete del conio Khorezm e molto altro ancora.

In un’altra zona residenziale (B) è stata scoperta una zona residenziale plurilocale, che comprendeva soggiorni, piazzali di stoccaggio, ecc. Su questo territorio sono state scoperte officine di archi.

La parte più conservata della Toprak Kala

La parte più conservata di Toprak Kala è il palazzo, costruito su una base di mattoni di adobe. E poggia sulle parti d’angolo delle pareti nord e occidentali dell’insediamento. In termini architettonici aveva la forma di una struttura troncopiramidale con un’altezza conservata fino a 15 metri con una superficie di 80×80 metri. Questo luogo è chiamato “castello a tre torri”. A causa del fatto che sulla superficie della struttura piramidale, sono stati costruiti tre array aggiuntivi su plinti più alti (fino a 25 metri). L’area delle torri è 35×35 m, 40×35 m, 35×20 m.

Sono sopravvissute in parte circa 100 stanze al piano terra. I pavimenti dei locali avevano soffitti a volta costituiti da mattoni trapezoidali di adobe. In ambienti ampi, soffitti con travi poggiano su colonne in legno con basi in pietra.

Il lato sud-est del palazzo era occupato da un complesso di 12 stanze disadorne, dove furono scoperti vasi per abluzioni, i resti dell’archivio del palazzo e un deposito di armi. La maggior parte del palazzo era occupata da un complesso di sale cerimoniali e santuari associati a vari aspetti del culto reale. Le pareti erano decorate con dipinti, e in cinque stanze – con bassorilievi in ​​terracotta policroma.

La piazza centrale è occupata dalla “Sala dei Re” – secondo SP Tolstov, questo è un santuario dinastico in cui un fuoco ardeva sull’altare davanti a grandi immagini di 23 re di Khorezm, in scala reale. Le sculture erano collocate su sufa, divise da tramezzi in una serie di scatole. In ognuna di esse, oltre alla statua del re, c’erano due immagini in altorilievo femminili e una maschile. La “Sala dei Re” recava sulle pareti i bassorilievi dei re seduti e delle dee che svettavano accanto a loro.

toprak kala

La Sala delle Vittorie era decorata con rilievi murali raffiguranti re e cosiddette “dee”. Purtroppo, queste composizioni sono state conservate frammentariamente nella forma degli arti inferiori, ad es. gambe di figure. S.P. Tolstov afferma che tali immagini hanno qualcosa in comune con le immagini sulle monete.

Insieme a tuto descritto sopra c’erano trovate altre sale con i frammenti di decorazioni in forma di statue e dipinti sulle pareti.

Con Uzbek tour si puo organizzare delle gite a vedere questa fortezza – Toprak Kala con la partenza da Khiva o Nukus.

Tour 15 giorni in Uzbekistan

toprak kala

Karakalpakstan – il viaggio

Karakalpakstan Kala Ayaz