Altopiano Ustyurt – Karakalpakstan

Altipiano Ustyurt

Il nome “Ustyurt” suona in un modo misterioso ed incantato. Sebbene, in effetti, tradotto dalla lingua turca, il nome “Ustyurt” significhi semplicemente “altopiano”. Tuttavia, il posto è davvero insolito, stupisce per i suoi paesaggi ultraterreni.

L’altopiano di Ustyurt è un altopiano desertico del Kazakistan, dell’Uzbekistan e del Turkmenistan limitato a ovest dal mar Caspio e dal Kara-Bogaz-Gol, a est dal lago d’Aral e dal delta dell’Amu Darya.

Creando un altopiano, la natura sembrava racchiuderlo con una striscia tortuosa quasi continua dei chinki (scogliere calcaree a strapiombo), con un’altezza (in diverse zone) da 150 a 400 metri. Enormi muri di pietra si innalzano sopra il deserto sabbioso. Le rocce sono un filo a strapiombo, per salire in cima bisogna trovare un punto adatto, cosa non e’ facile. I luoghi adatti per salire ci sono solo un paio per centinaia di chilometri. Si capisce il motivo per cui questo luogo è talvolta chiamato “l’isola” non appena appare questo spettacolo incredibile.

La vista sul muro di pietra svettante può evocare un senso di orrore estatico. La gamma di colori è sorprendente: dal bianco neve alle sfumature del rosa e dell’argento bluastro. Questo crea un’atmosfera favolosa. Il paesaggio che si apre allo sguardo è più simile a una scena di un film sui viaggi attraverso pianeti lontani e deserti. I paesaggi locali sono come panorami sottomarini o alieni. L’intera superficie è ricoperta da crepe e faglie. Nonostante il paesaggio cupo, questa zona stupisce la fantasia con la sua aspra e peculiare bellezza.

Ma nei tempi antichi, le persone vivevano qui, vivevano in condizioni dure, ma per quei tempi accettabili. La ricerca ha dimostrato che nell’era neolitica c’erano circa 60 dimore peristoriche. 

Piu’ tardi, sull’altopiano apparvero gli Sciti. I Mongoli lasciarono le loro tracce. Le carovane dirette dall’Asia all’Europa passavano per l’Ustyurt. Sfortunatamente, il tempo sta distruggendo le prove dei tempi passati senza pietà. Qui sono sopravvissuti alcuni monumenti antichi fatiscenti. A proposito, alcuni di loro non sono nemmeno stati studiati. Gli archeologi semplicemente non hanno il tempo di scoprire i segreti che di tanto in tanto vengono rivelati qui.

L’altopiano di Ustyurt è di dimensioni gigantesche: circa 200.000 chilometri quadrati. Sebbene questa cifra attualmente sia messa in discussione da alcuni scienziati, alcuni dei quali sostengono che potrebbe essere piu’ grande. La differenza delle opinioni è che gli scienziati differiscono nella definizione dei confine dell’altopiano. Alcuni considerano la superficie solo quella che viene chiamata “plateau del tavolo”, cioè solo la parte rialzata, delimitata dalla sporgenza (i “chink”). E altri scienziati considerano anche cosa c’è dietro, poiché la struttura geologica dei territori adiacenti lungo il perimetro è esattamente la stessa dell’altopiano del tavolo.

Questa zona, non protetta da montagne o foreste, è aperta ai venti da tutte le direzioni. Pertanto, il clima qui ha un carattere fortemente continentale, gli inverni sono freddi e secchi, le estate – calde e secche. L’Ustyurt è un territorio con gli inverni più freddi dell’Uzbekistan. All’inizio di ottobre iniziano i primi geli. La temperatura dell’aria in inverno può scendere fino a meno 38° C. L’estate è breve e la temperatura massima è di + 46° C. Le precipitazioni sull’altopiano sono basse, soprattutto in primavera, meno che mai in inverno. Nevica di raro e in piccole quantità, forti venti la disperdono, contribuendo alla formazione di ghiaccio sulla superficie dell’altopiano di Ustyurt.

La flora di Ustyurt è piuttosto povera, costituita principalmente da assenzio e salsola. Inoltre crescono carex, haloxylon nero, anabasis salsa, halosnenum. La mancanza di acqua e una grande quantità di vegetazione influisce sul limitato elenco di fauna. Nelle diverse stagioni dell’anno ci trovano più di 200 specie di uccelli, ma circa di 52 specie nidificano. Si tratta principalmente di passeriformi e di preda. Gli abitanti più caratteristici del deserto argilloso sulla pianura piatta sono l’otarda, pterocles, Siratte di Pallas,e l’alaudala rufescens.

Questo è un posto così insolito: l’altopiano di Ustyurt, che colpisce per la sua bellezza ultraterrena e i paesaggi marziani.

Istituto per lo sviluppo del turismo presso il Comitato statale della Repubblica dell’ Uzbekistan per lo sviluppo del turismo

Karakalpakstan